Il “Premio Strada del jazz” allo Stato Sociale

20210204 31

Polemiche a Bologna perché il 15 settembre il gruppo “Lo Stato Sociale” riceverà il “Premio Strada del Jazz 2018”. In via Orefici (che è appunto la” strada del jazz”) dal 2011 sono state posate stelle di marmo dedicate a grandi artisti che si sono esibiti a Bologna. Qualche nome: Chet Baker, Miles Davis, Ella Fitzegerald, Dizzy Gillespie, Duke Ellington…Quest’anno la stella di marmo sarà dedicata a Charles Mingus e a Marco di Marco. In effetti e molto spassionatamente: ma cosa c’entrano col jazz quelli dello Stato Sociale? Sarebbe come consegnare il premo jazz a Gianni Morandi. L’essere di Bologna non può bastare, ovviamente! E’ oggettivamente una scelta imbarazzante. Molto onestamente, gli stessi ragazzi dello Stato Sociale ammettono di non conoscere nemmeno il jazz. Nel frattempo, fanno bene a intascarsi un premio e tanta pubblicità dovuta a una scelta che – di primo acchito – sembra davvero azzardata. Vedremo cosa risponderà nei prossimi giorni l’assessorato alla Cultura. foto tratta dal sito www.ilblogdellamusica.com

20210204 31
Direttore Responsabile Capace talvolta di sconfinare nella poetica, per la “morbidezza” della sua penna, se dovessimo attribuire a Francesco Siino una collocazione di tendenza potremmo definirlo un “giornalista maledetto”. Appassionato, generoso e coinvolgente, politicamente moderato, è stato, sin dagli albori della sua carriera un giornalista fai-da-te. Siciliano di nascita e bolognese di adozione, a soli diciassette anni collaborava già con due dei tre quotidiani della Palermo di allora: Telestar e L’Ora, curando inizialmente pagine sportive.