L’eterno presente di politici, intellettuali, e giornalisti

Mi fa sorridere il Galli della Loggia quando a proposito della Russia osserva, per la verità giustamente, il carattere illiberale del paese di Dostoevskij che per vari motivi lo ha caratterizzato e lo continua a caratterizzare. Perché sorridere, vi chiederete? Perché secondo il politologo “o Mosca rinuncia in maniera chiara alla sua vocazione espansionistica, o inevitabilmente il resto dell’Europa è …

Keep Reading

Il 25 aprile nell’era della “cancel culture”

È fatta! Finalmente l’ultimo tassello è al suo posto. L’ultimo tabù è stato infranto definitivamente. Anche la Resistenza è “cosa loro”. Nato ed Europa hanno deciso che i veri partigiani sono quelli che appoggiano un governo che ha inglobato gruppi nazisti nel proprio esercito, nazisti diventati come per incanto combattenti per la libertà, dediti a letture filosofiche impegnate. E se …

Keep Reading

La borghesia e l’accumulazione della ricchezza

La  corsa all’accumulazione della ricchezza è una delle caratteristiche del mondo occidentale a partire dal XIV secolo, quando si afferma in Europa l’ideologia del denaro e la legge del mercato, in seguito alla comparsa sulla scena della storia della borghesia mercantile, nuova classe emergente. A partire da quel momento niente sarà più come prima. Con la scoperta dell’America, alla Via …

Keep Reading