L’Orchestra Italiana del Cinema per “Roma e l’acqua: una grande storia d’amore&quot

20210204 98

Maggiori informazioni sull’app Waidy IMMAGINI DELLA SERATA (a cura di F. Di Maio) Fondata da Marco Patrignani nel 2010, l’Orchestra Italiana del Cinema è il primo ensemble sinfonico italiano specializzato nell’interpretazione di musica da film. Nata nell’ambito del Forum Music Village, lo studio di registrazione fondato alla fine degli anni Sessanta da Ennio Morricone, Piero Piccioni, Armando Trovajoli, Luis Bacalov, si pone come principale obiettivo quello di promuovere in tutto il mondo la straordinaria eredità musicale delle colonne sonore. Una particolare attenzione è prestata al repertorio storico italiano, sul quale, grazie alla collaborazione di esperti del settore, sono state recuperate partiture di capolavori non pubblicati o mai registrati, con il sostegno di numerose associazioni, fondazioni e archivi pubblici e privati. Nel corso della sua attività, l’Orchestra ha avuto riconoscimenti da prestigiose istituzioni, tra cui Presidenza della Repubblica, Consiglio dei Ministri, Senato della Repubblica, Ministero degli Affari Esteri, Ministero dei Beni e della Attività Culturali e del Turismo, Ministero dello Sviluppo Economico, Unesco, Fondazione Federico Fellini, Fondazione Italia-Cina, Fondazione Cultura e Arte, Ambasciata Britannica in Italia, e collaborazioni con Istituto Luce Cinecittà e Centro Sperimentale di Cinematografia. Tra i lavori presentati fino ad oggi, si contano molteplici concerti e cine-concerti, di cui alcuni in prima assoluta. Tra questi: Il Suono del Neorealismo; Cinematology; The Artist, Beyond la Dolce Vita; La Febbre dell’Oro; Il Gladiatore; Titanic e il ciclo Harry Potter in concerto, attualmente giunto al quarto capitolo della serie. Recentemente è stata diretta da Nicola Piovani e da Marco Frisina nel Concerto Con i Poveri e per i Poveri in Vaticano ed ha accompagnato artisti di rilievo nazionale e internazionale nell’ambito del concerto Natale in Vaticano, diretto da Adriano Pennino e Renato Serio, trasmesso in televisione da Mediaset per due volte durante le festività natalizie.

20210204 94
20210204 95
20210204 96
20210204 97
20210204 98
Direttore Responsabile Capace talvolta di sconfinare nella poetica, per la “morbidezza” della sua penna, se dovessimo attribuire a Francesco Siino una collocazione di tendenza potremmo definirlo un “giornalista maledetto”. Appassionato, generoso e coinvolgente, politicamente moderato, è stato, sin dagli albori della sua carriera un giornalista fai-da-te. Siciliano di nascita e bolognese di adozione, a soli diciassette anni collaborava già con due dei tre quotidiani della Palermo di allora: Telestar e L’Ora, curando inizialmente pagine sportive.