L'”artista” Vespa vs Orsini

di Vincenzo Siino Che Vespa non inviti Orsini a Porta a Porta non è una notizia. Sarebbe una notizia il suo contrario. È lo stesso Vespa che per ottenere un contratto diverso dagli altri giornalisti ha fatto rubricare la sua posizione all’interno dell’azienda alla stregua di “artista”, per ottenere un trattamento milionario. Quindi quando guardate Porta a Porta, attenzione! Quella persona …

Keep Reading

Il nazismo buono

Contrordine, compagni! Scusate ma abbiamo commesso un errore. Quando l’Europa ha votato la risoluzione con la quale si equiparavano nazismo e comunismo abbiamo peccato di ingenuità. E invece non stavano esattamente così le cose, stavano peggio. Perché se il comunismo, almeno nella forma storicamente realizzatasi, andava sicuramente condannato, adesso impariamo che esiste un nazismo buono. E tutti, a destra e …

Keep Reading

Morire per Kiev

Una cosa che abbiamo scoperto grazie a questa guerra è che esistono nazisti buoni! E scusate se è poco. Altro che revisionismo, qui siamo in presenza di una notizia sensazionale! Se fa tanto comodo accostare Putin ad Hitler non si capisce perché si faccia di tutto per tacere, da parte delle sedicenti democrazie europee e mondiali, dell’esistenza di questi “bravi” …

Keep Reading

L’improbabile guerra d’indipendenza ucraina

Come manna dal cielo arriva la finta guerra d’indipendenza ucraina per ridare fiato sia ad una America in affanno e in difficoltà di immagine, perdipiù surclassata dalla potenza cinese, sia agli italici cultori delle trivelle che non aspettavano altro per tornare a esaltare le virtù taumaturgiche del gas nostrano in una finta sceneggiata autarchica, quando sappiamo benissimo che la valutazione …

Keep Reading

Chi non è con l’Occidente è contro l’Occidente

È preoccupante che sia diventato normale aggredire chi prova ad esprimere dei pensieri controcorrente. Ci vuole infatti poco per essere considerati  nemici della società liberale, e dunque pericolosi: basta discostarsi dal pensiero dominante e subito vieni condannato alla gogna, secondo un preciso e collaudato schema per cui c’è chi decide cos’è giusto e a quella decisione è doveroso, da buoni …

Keep Reading

In pandemia la vita finisce a cinquant’anni

In un paese normale qualunque politico facente parte del governo si sarebbe preoccupato di spiegare ai cittadini la ratio sottostante alla norma che riapre le discoteche e impedisce ai cinquantenni di andare a lavorare se non vaccinati, senza neppure la possibilità di esibire, al posto della vaccinazione, un tampone negativo. Ma il fondo è stato toccato con la sanzione, una tantum, per i …

Keep Reading

E se dessimo il “bonus psicologo” ai nostri politici?

Ho una modesta proposta, finalmente a favore della tanto bistrattata categoria dei politici italiani. Prendendo spunto dalla norma che prevede un “bonus psicologo” a favore di tutti quelli che hanno subito importanti conseguenze psicologiche in seguito alle restrizioni dovute al covid19, ho pensato che sarebbe giusto destinare questo bonus ai ministri del governo e al suo Presidente, per aiutarli a superare lo …

Keep Reading

Il posto di lavoro del signor Mario Draghi

Dopo aver elemosinato senza successo un posto al Colle, il nostro premier si concede una battuta spocchiosa. Alla domande su un suo possibile futuro in politica ha risposto: “un posto me lo trovo da solo”. In un’Italia in cui le aziende stanno licenziando a ruota libera e il posto di lavoro diventa un miraggio per molti, certamente questa battutaccia il …

Keep Reading

Sostenibilità, decrescita, profitto

Ci sono parole e/o espressioni  che caratterizzano un’epoca. Per esempio,  negli anni ’70 andava per la maggiore, negli ambienti di sinistra, l’espressione “nella misura in cui”. Negli anni ’80 ci si trastullava con l’”edonismo reaganiano” e così via. E oggi? La parola magica dei nostri tempi è “sostenibilità.” Basta seguire per un paio d’ore la tv e vi accorgerete che …

Keep Reading

Oltre la logica pandemica emergenziale

Non siamo proprio alla svolta, ma di certo la narrazione pandemica sta modificando i suoi toni e rivedendo le sue certezze. Cosa sta, dunque, succedendo? Per la prima volta, dopo due anni, assistiamo a prese di posizione di primari e medici che cominciano a parlare con voce dissonante rispetto alla “voce del padrone”, per esempio, relativamente alla distinzione tra i …

Keep Reading
1 2 3 4 5 10