Durigon e la “politica omeopatica”

Conta poco, ormai, se Mario Draghi farà dimettere o no Durigon,  sottosegretario di Stato al Ministero dell’economia e delle finanze dell’attuale governo. È sufficiente il silenzio assordante di questi lunghi giorni a mettere in risalto la sua volontà di fare da comparsa quando si tratta di prendere posizione sui principi su cui si fonda la comunità, come l’antifascismo in tutte …

Keep Reading

Cartabia for President!

La mafia sa chi ringraziare. Lo sconcertante spettacolo offerto dai partiti in occasione della riforma della giustizia ha avuto il merito di fare chiarezza sul loro posizionamento. Mettetevi nei panni di un mafioso che va a votare. Deve decidere, come tutti i cittadini, quali partiti rappresentano meglio i suoi interessi. E siccome il problema principale di un mafioso non è …

Keep Reading

Scherza coi santi, ma lascia stare i banchieri

Piuttosto che scandalizzarsi per le parole che ha usato il giornalista Travaglio a proposito delle competenze, tutte da dimostrare, da parte del Presidente del Consiglio, in materia di giustizia, sanità e realtà sociale, le innocenti anime belle farebbero bene a porsi qualche semplice domanda sul perché a quelle parole sono seguiti scroscianti applausi da parte di una platea raccolta all’interno …

Keep Reading

Avanti popolo, a destra c’è posto

Sarebbe sbagliato pensare che mister Draghi abbia messo tutti in riga. In realtà ha messo in riga quel poco, quasi impercettibile, rosa pallido che sta al governo, ma senza voce, e, soprattutto, senza chiedersi il motivo della sua presenza in una compagine governativa che ha messo al centro della sua politica gli interessi padronali e della finanza. È per questo …

Keep Reading

Licenziare sì, ma con stile!

Cari lavoratori che votate Lega dovete impararlo da che parte sta il partito che votate.  Giancarlo Giorgetti, non proprio uno qualunque, non proprio l’ultimo esponente della Lega, e soprattutto ministro dello Sviluppo (?) economico ha affermato: “Purtroppo è inevitabile che queste cose accadano, però non possono accadere in questo modo, perchè noi abbiamo in mente di fare il West non …

Keep Reading

L’immigrazione: un affare che piace a molti

Qualcuno ancora pensa che sia reale la volontà politica delle destre di combattere l’immigrazione? Basta fare due conti e seguire le notizie che arrivano dalle campagne del Meridione d’Italia per capire come stanno realmente le cose.  La partita, tutta giocata all’interno della destra, vede da un lato chi è spaventato dalla presenza degli immigrati, paura alimentata ad arte da politici …

Keep Reading

Alle urne! Alle urne!

Se la democrazia è partecipazione, allora qualche riflessione sullo stato dell’arte è d’obbligo. La notizia che due francesi su tre non si sono recati alle urne la dice lunga sul disamore dei cittadini per la politica. Qualcuno deve fare meaculpa? Forse sì.  Come leggere, allora, questo sconfortante dato? Quale legittimità può derivare al potere da una partecipazione così bassa alla vita …

Keep Reading

Vaccinomania

Si può essere critici nei confronti della gestione del COVID 19 senza essere tacciati di complottismo? Troppe sono le contraddizioni che si possono riscontrare nel modo in cui la politica, col pretesto di salvaguardare la salute dei cittadini, ha fatto strame di alcuni fondamentali diritti  costituzionali, aiutata in questo, come sempre, dall’informazione che ha dato voce a un solo partito, …

Keep Reading

Un bluff chiamato Kamala

La notizia che Kamala Harris, la buona, ha invitato i migranti messicani a non bussare alle porte degli States, poiché lei e l’altro buono J. Biden non apriranno, merita un paio di considerazioni. Chi si era illuso che l’Impero potesse cambiare pelle ha dovuto prendere atto che su alcuni temi non è possibile trattare. Ma qualcuno credeva veramente che Kamala …

Keep Reading

Pietà l’è morta! Israele e la cattiva coscienza dell’Europa

Questo schieramento così sbilanciato a favore di Israele merita di essere discusso senza atteggiamenti da tifo da stadio.  Una serie di eventi favorevoli fecero sì che, a partire dalla Dichiarazione Balfour del 1926, ad opera del governo britannico, il popolo ebraico si assicurasse l’appoggio degli Stati Uniti e dell’Europa. Sarà il nazismo con tutta la sua ferocia a decretare la definitiva simpatia …

Keep Reading
1 8 9 10 11 12 14